Il tuo banner quì? Contattaci!

Capture the rain: un grattacielo a zero spreco d'acqua

Articolo scritto da DesignSostenibile il 23 Gennaio 2013 alle ore 22:02


Progettato per il 2010 Skyscraper Competition da Ryszard Rychlicki e Agnieszka Nowak, entrambi studenti di architettura a H3AR, il "capture the Rain" (cattura pioggia) , è un grattacielo sostenibile che raccoglie l'acqua piovana per soddisfare le esigenze d'acqua dei suoi residenti.
Caratterizzato da un innovativo tetto che raccoglie tutta l'acqua piovana possibile e da un "guscio" esterno costituito da un sistema di grondaie che massimizzano anc'esse la raccolta d'aqcua, questo Eco grattacielo convoglia tutta l'acqua verso il suo interno che, a forma di imbuto, la convoglia verso i serbatoi posizionati sotto le fondamenta. Durante questo processo l'acqua viene filtrata e poi, tramite delle apposite pompe, viene spinta fino a dei serbatoi posti sotto al tetto; a questo punto l'acqua è pronta per servire tutte le unità abitative.
Con questo sistema e con il serbatoio principale molto capiente è garantita la quantità sufficente di acqua per tutto l'anno, in quanto tutta quella in eccesso che cade nei periodi piovosi viene immagazzinata e sfruttata nei periodi secchi.

Un'idea veramente molto interessante, autonoma, ma fattibile solo in alcune zone. In certe altre servirebbe una superficie "catturante" enorme per soddisfare le esigenze di una sola famiglia. In paesi come l'inghilterra, per esempio, dove le pioggie sono molto frequenti, questo sistema ridurrebbe drasticamente gli sprechi d'acqua.
Sarebbe interessante capire anche quanto viene sacrificata l'illuminazione naturale all'interno del grattacielo, in quanto un enorme risparmio d'acqua a fronte di un enorme aumento di consumo di energia non avrebbe tanto senso...

Continua a leggere...

Fonte: DesignSostenibile

Condividi questo articolo: