Il tuo banner quì? Contattaci!

NEW: 2010, L'ANNO DEI CAMBIAMENTI

Articolo scritto da Il Blog della Tecnologia il 23 Gennaio 2013 alle ore 22:03

Mi sono preso una pausa di riflessione nel pubblicare altri articoli di novità, prodotti ed innovazioni.
Di materiale ce ne sarebbe stato tanto, troppo forse. Ecco che è arrivato il momento di fare il punto della situazione, con uno sguardo al futuro.
Era il 1981 quando l'analogico della musicassetta vide arrivare il digitale di quel futuristico disco chiamato CD.
Analogamente in campo video il 1996 fu l'anno che vide arrivare il DVD.
Da allora, dopo lungo periodo di diffusione durato diversi anni, si sentì la necessità di evolvere. Ecco quindi HD-DVD e Blu-Ray fronteggiarsi al limite della legalità per guadagnarsi il monopolio fino al 2008, anno della svolta. Il Blu trionfò, portando l'alta definizione a casa di tutti gli appassionati.
Il 2010 è indubbiamente l'anno del cambiamento.
L'abbiamo visto con la grande opera di Cameron, sempre blu, ma stereoscopica: Avatar, in 3-D.
Ma non quel 3-D fastidioso, incerto, ma quello spettacolare, quasi naturale, totalmente nativo.
Ecco che le sale cinematografiche cambiano a loro volta, abbandonano la pellicola, lasciando spazio a zero ed uno. Ecco l'altissima definizione, ecco il 3-D.
Ma non basta. La casa ci richiama. Ecco l'avvento dei primi TV consumer 3-D, ecco che i Blu-Ray ed i lettori vogliono, devono essere 3-D. Ecco l'HDMI che non è più 3, ma diventa 4. (1.4).
Frenetica è la corsa al futuro, alla novità, al cambiamento.
Il 3, numero perfetto.
O forse no?
No.
Forse lo è il 4. Proprio come l'HDMI. Ecco che il cinema, proprio con Avatar approda in Corea a 4 dimensioni.
Perchè quattro? Perchè l'intrattenimento non basta più. Si cerca il cambiamento.
La sottile separazione tra realtà e finzione sta per svanire.
Il cinema non si vedrà più. Lo si vivrà.
Ecco gli effetti speciali arrivare nelle sale. Le poltrone vibreranno, annuseremo profumi e odori, il vapore acqueo ci bagnerà il viso, getti d'aria ci colpiranno ovunque.
Tutto al cinema.
Per il momento.
I videogames saranno sempre più coinvolgenti. E' finita l'epoca del giocatore seduto con il controller in mano. Il controller saremo noi stessi.
Memorie sempre più spinte, verso quello che sembra sia l'archiviazione olografica, processori sempre più potenti, che nemmeno l'informatica riesce ad immaginare.
Ma l'unificazione è vicina. Lo si è visto per la PS3, lettore, consolle, media center. Player e TV che navigano, che ti permettono di leggere la posta.
Il futuro? è già qui. pronto per uscire, per farsi conoscere.
Ma sono i consumer che, purtroppo, ne soffrono. Lo si è visto con le TV, con i player, con i sintoamplificatori multicanali.
L'obsolescenza è sempre più rapida. Da decenni si è passati ad anni, ed ormai sempre più a semestri.
Coinvolgimento, definizione, qualità, novità e cambiamenti. Ecco ciò che il futuro ci attende.

Continua a leggere...

Fonte: Il Blog della Tecnologia

Condividi questo articolo: