Il tuo banner quì? Contattaci!

NEW: IL 3D AVANZA: OLOGRAMMI E HDMI 1.4

Articolo scritto da Il Blog della Tecnologia il 23 Gennaio 2013 alle ore 22:03

Sia le richieste dei consumatori che le ricerche e produzioni delle grandi multinazionali dell'elettronica di consumo stanno convergendo verso la riproduzione di contenuti 3D.


C'è infatti la necessità di riprodurre in maniera più fedele e coinvolgente materiale multimediale di derivazione cinematografica o di computer grafica (videogames).
Secondo le ricerche di una società americana, i risultati sono molto incoraggianti verso questa nuova tecnologia: il 75% delle persone che hanno partecipato allo studio e che hanno visto almeno una volta tale tecnologia in azione, la utilizzerebbero e la proporrebbero a conoscenti, ed un terzo dei partecipanti acquisterebbero un display 3D nei prossimi 2 anni.
La connessione HDMI sta preparando la nuova versione dell'interfaccia audiovisiva: l'HDMI 1.4.
Essa sarà compatibile con la tecnologia 3D di seconda generazione, ovvero di visualizzazione 3D multiple, frequenza di scansione superiore ai 200Hz ad elevate risoluzioni (forse anche a 4K) e a scansioni progressive. In ogni caso, anche la versione 1.4 sarà retrocompatibile con le precedenti versioni dell'interfaccia.
Anche nel settore dell'olografia ci sono novità. L'NICT, Istituto Nazionale di tecnologie dell'Informazioni e della Comunicazione giapponese, ha infatti sviluppato una nuova tecnologia di cattura e riproduzione di immagini in movimento olografiche superiore a tutte le attuali tecnologie, che richiedono l'uso di camere oscure e di laser.
Le immagini potranno essere catturate in ambienti normali, anche luminosi, con una particolare videocamera dotata di ottica a microlenti per poter acquisire maggiore informazione di ripresa angolare, e tale lente verrà poi anche utilizzata per la riproduzione.
Le immagini RGB sono riprodotte da singoli pannelli LCD illuminate da laser alle specifiche lunghezze d'onda, permettendo quindi la riproduzione di video a colori, ma al momento di piccole dimensioni (1 cm) a causa dell'angolo di campo ripresa/riproduzione di soli 2°.

Continua a leggere...

Fonte: Il Blog della Tecnologia

Condividi questo articolo: