Il tuo banner quì? Contattaci!

OGM: in arrivo il supersalmone, ma anche gravi pressioni lobbistiche.

Articolo scritto da NoCensura il 23 Gennaio 2013 alle ore 22:01



La lobby agro-chimica in azione nella Ue per screditare una ricerca allarmante.
Di MARIA GRAZIA BRUZZONE
Presto a tavola avremo il primo animale geneticamente modificato, esultano giornali e tv. Un salmone, ovviamente d’allevamento, capace di raggiungere il peso adulto in meno della metà del tempo dei suoi cugini “naturali”: 16-18 mesi invece di 3 anni. Come se per i consumatori fosse una bella notizia (non ci saranno etichette per riconoscerlo, e probabilmente non costerà neppure meno) e senza neppure sollevare qualche dubbio su questa proliferazione di cibi da organismi geneticamente modificati (OGM), approdati ormai anche in una Europa che per anni li aveva banditi, resistendo alle pressioni della potentissima lobby agro-chimica, capeggiata dalla famosa Monsanto.  

O famigerata, per gli ambientalisti che da tempo l’hanno nel mirino e ne denunciano i metodi di pressione non proprio ortodossi. Come emerge dalla ricostruzione di una vicenda recente, che non riguarda i salmoni ma il granoturco OGM .Se ne erano occupati anche i giornali, ma distrattamente. Ce la ripropone un post di Global Research, chiaramente di parte ma molto circostanziato (22 le note con citazione delle fonti). E lunghissimo. Cosicché sarà extralarge anche questo post che pure ne taglia un bel po’, e integra altre info.  

PREMESSA. La vicenda risale al settembre scorso, quando su Food and Chemical Toxcology, una seria rivista internazionale, appare uno studio condotto da una équipe di ricercatori francesi dell’Univeristà di Caen, guidata dal professor Gilles-Eric Seralini.  
E' importante sottolineare che la ricerca era stata esaminata per 4 mesi da un gruppo di scienziati indipendenti (dalle industrie) che ne avevano valutato la metodologia, giudicando lo studio fondato e degno di pubblicazione.  

E’ la prima ricerca  indipendente e a lungo termine sugli effetti su animali alimentati con cibo OGM, da quando vent’anni fa l’amministrazione Gorge H.W.Bush dette il via libera negli Usa alla commercializzazione dei semi geneticamente modificati. Senza nemmeno un test precauzionale da parte del governo per stabilire se erano sicuri per il consumo di uomini e animali. Basandosi solo sui test dei produttori – sottolinea il post.
LEGGI TUTTO»»…

Continua a leggere...

Fonte: NoCensura

Condividi questo articolo: